Crea sito
About me
tumblr_lpvc69sQQw1r1xmtjo1_500_zps51921c13

~ Macaron (il mio archivio personale)
~ Ebb and flow (la mia pagina facebook)
Echo, millenovecentoequalcosa.
Una mente che vaga e va alla deriva.
Pazza per diletto.
Fanwriter per caso. Demente per natura.
Scrive quel che pensa, senza star troppo a pensare a cosa.

Queste poche frasi iniziali dovrebbero dire molto di me o, almeno lo spero, ma questa pagina è nata per dire qualcosa di me quindi, orsù, mettiamo da parte la culopesaggine e vediamo di dire qualcosa in più.
Parlare di sé stessi è sempre difficile, bisogna dire: un pò perché la società ti scoraggia a essere così egocentrico, un pò perché è sempre complicato parlare di sé stessi.
Comunque.
Piacere, Echocide o Echo.
All'anagrafe ho un altro nome ma non ho voglia di dirlo. Millenoventoequalcosa, studentessa di psicologia.
Il mio segno zodiacale è il Toro e i mio colore preferito è il blu.
Ho una passione viscerale per gli animali e, dopo aver avuto due conigli, adesso ho un cane, per la precisione un bovaro bernese di nome Luna.
Il mio peccato capitale è la Gola ma, molto spesso, mi potete trovare anche in compagnia di Pigrizia.
Amo la musica, anche se i miei gusti musicali lasciano molto a desiderare e nel mio lettore ci si può trovare di tutto.
Fanwriter.
Fangirl.
Ho una fissa per i personaggi con i capelli rossi (e, se posso accoppiarlo con fanciulle bionde, son ancora più felice), impazzisco per l'het, per il femslash e lo slash...beh, diciamo che non amo tantissimo quest'ultimo genere.
Amo creare personaggi originali e, devo ammettere, non so a quanti figli e figlie ho dato i natali: tanti, davvero tanti.
Amo il p0rn e mi piace scriverlo, sebbene faccia vomitare in tale settore.
Alla domanda: Chi sei? Rispondo che non lo so, o che sono semplicemente io: una persona qualunque, che vive una vita qualunque. Sono nata di notte e mi vien da pensare, che sia per questo, se son più attiva durante le ore notturne invece che di quelle diurne.
Amo leggere e divoro un pò di tutto: dalle storie piene di cliché - quelle che ti fanno stringere il cuscino a furia di momenti fluffosi e fanno salire il diabete a mille per tutto lo zucchero che c'è - a quelle piene di sangue, sbudellamenti e roba varia; e, questo mio saltare di palo in frasca, si riflette anche in ciò che scrivo: roba fluffa, roba sanguinolenta, roba senza senso.
Scrivo sul web dal 2005, anche se ho iniziato fin da piccola - quando facevo voli mentali sulle possibili avventure dei miei eroi, senza sapere che quelli erano fanfiction -, e, in tanti anni nel web, ho imparato una cosa: a me piace scrivere e scrivo perché mi piace.
Non sono un nome importante, solo semplicemente una persona che, nei ritagli di tempo, adora buttar giù le sue fantasie.
E, forse, anche per questo che mi sono allontanata da alcuni posti dove, questa passione, sembra sia completamente dimenticata.
I miei fandom sono, per la maggior parte, quasi tutti anime o manga (o entrambi, a seconda di quanto è stato culopeso l'autore o di quanta fama ha in patria), ultimamente si sono aggiunti anche i videogames, e ho qualcosa anche fra film e libri.
E sono una lista molto lunga e in continuo aumento, così come le mie ship.
E, sinceramente, non so più cos'altro scrivere di me.